Tu sei qui

Mediazione Civile: i laboratori applicativi

Nel contesto del progetto di divulgazione della cultura alla Mediazione, la Sezione di GEO-C.A.M. Trento, si è confrontata con il Consorzio dei Comuni Trentini per poter avviare una collaborazione fattiva all'apertura di sportelli d'ascolto presso le Comunità di Valle o/e i Comuni per assistere e consigliare i cittadini in merito ad eventuali conflitti a carattere legale insorti che necessitano di risoluzione.
Grazie al positivo riscontro dimostrato dal Presidente dell'associazione coinvolta, dott. Paride Gianmoena e con l'intervento sempre incisivo del Presidente GEO-C.A.M. geom. Filippo Vircillo, il 2 dicembre 2017 è stato organizzato un evento di informazione sulla Mediazione rivolto in generale a tutta la cittadinanza ma teso a catturare l'interesse soprattutto degli amministratori pubblici.

l’annuncio del convegno Cassa del 1° marzo 2019.

Risultati incoraggianti per la soluzione dei conflitti
MEDIAZIONE CIVILE: I LABORATORI APPLICATIVI
La simulazione tra addetti ai lavori

 

La manifestazione si è concretizzata nella rappresentazione di una simulazione di Mediazione con successivo dibattito. Relatori del seminario sono intervenuti la dott. ssa Silvana Dallabontà della Facoltà di Giurisprudenza di Trento e lo stesso Filippo Vircillo.
Preziosa la collaborazione degli allievi, ormai laureati, della dott.ssa Dallabontà che si sono prestati ad impersonare le parti in Mediazione e i relativi legali che assieme ai Mediatori della Sezione di Trento, hanno dato luogo magistralmente alla simulazione.
Ad aprire il seminario è stato il Presidente del Collegio dei Geometri e G.L. di Trento, Graziano Tamanini che ha ringraziato i presenti e in particolare il Consorzio dei Comuni Trentini per l'interessamento e l'ospitalità. L'evento, infatti, si è svolto presso la sede dell'associazione nella sala delle conferenze.
La parola è poi andata al padrone di casa dott. Gianmoena, che sostanzialmente ha illustrato il perché della accoglienza favorevole dell'istituto della Mediazione da parte del Consorzio. L'ente ha il compito di salvaguardare gli interessi e possibilmente risolvere i problemi dei cittadini in quanto persone oltre che utenti attraverso la condivisione di progetti quali proprio la divulgazione della cultura alla Mediazione e la mediazione stessa. Da qui la collaborazione per invitare i Presidenti delle Comunità di Valle e i Sindaci Trentini a favorire l'apertura di sportelli di ascolto riguardanti questo tema.
Una volta svolta la simulazione di Mediazione (che per altro si è conclusa con un accordo), il Presidente GEO-C.A.M. Filippo Vircillo ha spiegato sommariamente alla platea la struttura della procedura di Mediazione e le tecniche di comunicazione adottate dal mediatore e, in questo caso trattandosi di una simulazione tra addetti ai lavori, dalle parti e rappresentanti legali. Continua sottolineando l'importanza dello svolgimento di simulazioni e di altre iniziative adottate da GEO-C.A.M. negli anni, quale ad esempio la propria Competizione della Mediazione che si svolge ogni anno con l'importante sostegno dei Collegi ospitanti. Tali attività sono senz'altro importanti laboratori per permettere che la mediazione sia fautrice di un cambiamento epocale nell'intendere e nel risolvere il conflitto che si genera tra le persone. Non serve a nulla, continua, se oltre allo studio di codici di legge, date e procedimento, non si fa seguito alla pratica sul campo.
Servono quindi i laboratori, servono le simulazioni e servono pure le competizioni, in quanto sono il vero banco di prova della teoria acquisita e delle proprie capacità intrinseche.
Successivamente la dott.ssa Dallabontà si ricollega al discorso del geom. Vircillo riguardo ai laboratori. Secondo il suo modo di concepire la giurisprudenza è necessario che lo studente in legge partecipi ai laboratori applicativi della Mediazione organizzati nelle facoltà. Il giurista deve sapere in cosa consiste la mediazione in quanto ha a che fare con il conflitto. Non solo. Il giurista, in questo modo, si renderà conto che la mediazione è la soluzione migliore al conflitto.

l’annuncio del convegno Cassa del 1° marzo 2019

Con la scorta di ciò potrà avere i mezzi necessari per portare la persona comune, l'utente finale, a sviluppare una forma mentis per affrontare il conflitto considerandolo come opportunità e non come crisi.
L'avvocato del futuro, quindi, non dovrà restare fermo solamente sulla posizione giuridica, dovrà sviluppare anche un ruolo non avversariale, con la capacità di preparare un tavolo di Mediazione. Dovrà essere in grado di preparare il proprio cliente alla Mediazione, sapendo cogliere i veri interessi e le necessità di quest'ultimo senza fermarsi invece alle mere posizioni. Quindi ben vengano i laboratori, le simulazioni e le competizioni.
Personalmente come mediatore credo vivamente nella Mediazione civile e nella sua applicazione massiva nella realtà dei conflitti. Forse non ci sarà un cambiamento epocale nel modo di vedere la giurisprudenza in Italia, in quanto le variabili sul cammino per arrivare alla meta (che poi si tratterebbe di un punto di partenza) sono e saranno numerose e sostanziali.
Ma senz'altro sono convinto, oggi più che mai, di dover e voler arrivare all'appuntamento con l'auspicabile cambiamento riguardo la risoluzione dei conflitti in Italia adeguatamente preparato.
Sicuramente come professionista ma anche e soprattutto come uomo, consapevole certamente dell'apporto che posso dare a questa "causa" ma anche consapevole delle mie certezze e dei miei limiti.

Convenzione geometri

Allo scopo di promuovere tra i colleghi geometri la cultura della mediazione, i Mediatori GEO-C.A.M. della Sezione distaccata di Trento in convenzione con il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Trento, hanno deciso che tutte le Procedure di Mediazione attivate presso tale sezione ed in cui la parte attivante o il consulente sia un iscritto all'Albo del Collegio dei Geometri di Trento, sarà riconosciuta a ciascuna delle parti in mediazione uno sconto sull'indennità dovuta al mediatore pari al 10% dell'indennità prevista per gli scaglioni 4, 5 e 6, del 15% per gli scaglioni 7 e 8 e del 20% per gli scaglioni 9 e 10, mentre nessuno sconto sarà previsto per i primi 3 scaglioni.

Il Referente Locale
geom. Ursula Vivori