Tu sei qui

Annegheremo nella plastica?

Excursus sulle questioni di primo piano per una corretta salvaguardia dell'ambiente curato dal collega Giuseppe Mori, che da anni si occupa di questo tema con il progetto di informazione ambientale "Gaia11", sostenuto dagli Assessorati all'Ambiente, alla Cultura e all'Urbanistica del Comune di Caino.

Correre Ai Ripari Con Leggi Appropriate
ANNEGHEREMO NELLA PLASTICA?
Llo smaltimento un problema sempre più grave
 

La plastica nel mondo

La produzione mondiale di plastiche è di circa intorno a 311 milioni di tonnellate all'anno.
Alcuni dati:

  • Plastica prodotta in media nel mondo a testa: 44 kg/anno; il dato corrispondente nei paesi occidentali è 100 kg/anno e nei paesi in via di sviluppo è 20 kg/anno
  • In Europa 49 milioni di tonnellate/anno (2015)
  • In Italia 7 milioni di tonnellate/anno
  • Gli 8,3 miliardi di tonnellate prodotte fino ad ora nel mondo (a partire dai primi anni cinquanta) hanno
  • Generato 6,3 miliardi di tonnellate di rifiuti plastici
  • Il 79% soprattutto nei Paesi che non hanno servizi di raccolta è stato disperso nell'ambiente.

[Fonte: Science Magazine]

 

La cina blocca l’import di rifiuti, caos riciclo in europa

[Fonte: "Il Sole 24 ore" - Jacopo Giliberto]

L'Europa si sta intasando di imballaggi usati che la Cina non vuole più ricevere. Plastica, carta, metalli raccolti con diligenza da milioni di europei, fino a pochi mesi fa riempivano le navi per andare in Cina a riciclare [...].
Nel 2016 i produttori cinesi e di Hong Kong avevano importato dai Paesi industrializzati 7,3 milioni di tonnellate di rifiuti plastici, pari al 70% dei rifiuti plastici raccolti e selezionati [omissis] Di conseguenza in Europa vengono i rifiuti plastici vengono deviati verso gli inceneritori, affinché almeno vengano ricuperati sotto forma di combustibile di qualità. L'Italia è tra i recuperatori e riciclatori più forti d'Europa: 1,83% della plastica immessi al consumo tornano al riciclo

[Fonte: "L'Italia del riciclo" 2017].

In Italia, frenate le esportazioni di residui riciclabili e cominciato il flusso di importazione incentivata dalla Germania, si sono riempiti presto i pochi inceneritori, che sostengono la produzione di elettricità e, soprattutto, riscaldano città come Milano, Venezia, Torino, Parma, Brescia e tante altre. I pochi impianti italiani di ricupero energetico marciano a tutta forza e non bastano; le tariffe praticate dagli inceneritori salgono a prezzi sempre più alti, oltre i 40 euro la tonnellata di rifiuti.

L’onu contro la plastica su proposta della norvegia

In Norvegia una balena soffocata e uccisa da 30 sacchetti di plastica.
L'Onu si è già impegnata a ridurre in modo sostanziale i rifiuti di plastica entro il 2025. La Norvegia chiede che un obiettivo a lungo termine sia quello dell'eliminazione totale dei rifiuti di plastica e un'operazione mondiale per ripulire la plastica spiaggiata.
La Cina, iI più grande inquinatore di materie plastiche del mondo, sembra [ovviamente, NdR] restia ad approvare vincoli e regole globali.
Altri grandi inquinatori, India e Indonesia sono favorevoli a un accordo. Primo ministro indiano Narendra dice "È nostro dovere proteggere l'ambiente per le nostre generazioni future".

[Fonte: greenreport.it]

L’inghilterra: una catena di supermercati mette al bando la plastica negli scaffali​

Il gruppo lceland nel giro di 5 anni, sostituirà il packaging in plastica con quello in cellulosa: le attuali confezioni in plastica verranno sostituite da vassoi di carta e cellulosa e sacchetti di carta.
L'amministratore delegato di lceland, Richard Walker, ha dichiarato: "Il mondo ha finalmente compreso la piaga della plastica. L'equivalente di un camion pieno di plastica sta entrando nei nostri oceani ogni minuto, causando danni non quantificati al nostro ambiente marino e all'umanità, dal momento che dipendiamo tutti dagli oceani per la nostra sopravvivenza".
La premier britannica Theresa May, dopo aver puntualizzato che che la plastica prodotta in media nel mondo a testa è di 44 kg/anno; il dato corrispondente nei paesi occidentali è di 100 kg/anno e nei paesi in via di sviluppo è di 20 kg/anno ha dichiarato di voler drasticamente abbattere i rifiuti in plastica entro 25 anni.

[Fonte: recyclingpointinfo]